Skip to content
Narrativa

~The other side of the moon~ Nell’ombra-parte12

Nel buio della stanza Nicholas ripercorreva la sua giornata.

Era scosso dalla visita di Luna.

Nella sua stanza. In piena notte.

Doveva tenere a lui per comportarsi così. Nel silenzio più assoluto, sospirò.

L’orologio batteva l’una ma nessuna traccia del sonno che lo coglieva ogni notte si presentò.

La luna oltre la finestra era una dolce compagna d’insonnia. Desiderava  saltare fuori dal letto per poterla ammirare all’aperto, avvolto dalla magia del cerchio.

Il dottore pagano. Quale confusione sarebbe nata nel cuore del suo entourage? Quale rabbia o disgusto?

Tutti gli avrebbero puntato un dito contro o gli avrebbero parlato alle spalle

Spesso ciò che sembra perfetto è il miglior tratto dell’imperfezione, cova segreto più oscuro.

il giovane e rispettabile Nicholas una strega. Quale scandalo?

Non vi era possibilità di esprimersi, di essere.

Avrebbe indossato volentieri i panni Di Hermes. Libero, sorridente e non ucciso dalle pretese altrui. L’aveva visto tracciare il cerchio, dialogare con la terra,  proprio come lui.

Entrambi mantenevano il segreto senza mai sfiorarlo.

La complicità dopotutto esisteva.

Ma Luna? Avrebbero lottato fino all’ultimo sangue per conquistarla.

Non potevano che essere due nemici sotto lo stesso tetto.

Menti afflitte dai medesimi dubbi.

Decise di alzarsi, aveva bisogno d’aria.

La casa era immersa in un profondo sonno, solo gli orologi scandivano il tempo.

In uno scenario da brivido, Nicholas cercava qualcosa che potesse tranquillizzarlo, spedirlo dritto a letto.

Quando una porta cigolò.

Lentamente cercò la fonte del rumore.

Qualcuno correva e aveva il fiato corto.

Quel qualcuno era Luna, con il vestito sporco e strappato.

《Santo cielo, Luna!》

La ragazza sobbalzò. Nicholas la osservava preoccupato in cima alle scale.

《Eh che…》balbettò.

La raggiunse con calma e le porse il braccio.

Trovarono rifugio in una vecchia sala da pranzo. Nicholas la fece accomodare.

《Ora dimmi cosa ti è successo》

Luna si guardò intorno in cerca di un appiglio 《E io come faccio a dirtelo?》

Nicholas si chinò davanti a lei per poterla guardare dritta negli occhi《Cosa è successo? Dove sei stata?》

Luna sospirò 《Il palazzo del 700.

c’è un uomo. Strano. Dice di essere un viaggiatore del tempo》

Nicholas rimase in silenzio per qualche istante. Qualcuno abitava la sua dimora magica?

《Non dovevi andare laggiù. Perche ti sei allontanata in piena notte e,per giunta, in solitudine?》 le chiese con il cuore in gola

《Io mi sentivo rinchiusa》

Nicholas scosse il capo 《Non ti ha ferito nel corpo o nell’onore, vero?》

Luna scosse vigorosamente il capo in preda al panico 《Assolutamente. Sono fuggita e il bosco mi ha strappato il vestito. Rami, terra, buio》

Nicholas le sfiorò la mano in grembo

《Ora torna nelle tue stanze. Al vestito ci penserà Sasha in modo del tutto discreto》

Luna sorrise riconoscente e diede a Nicholas un forte abbraccio.

《Grazie mille, Nicholas》sospirò 《Me la sono vista brutta》

《Ed è ora di riposare, su》 le porse la mano.

Luna ancora tremante uscì dalla stanza.

Hermes osservava il tutto dall’ombra.

Per uno strano motivo fu orgoglioso del comportamento premuroso di suo cugino.

IL PONTE D’ARGILLA di M. Zusak Frassinelli

Selene Luise

Fili

nena

Stelo

Carolina De Filippis
[]