Skip to content
Narrativa

Storia di divina miseria

Dopo essersi steso sul lettino, mi racconta che da alcuni anni avverte un dolore all’inguine destro e non riesce più a star dietro alle sue pecore.

Una semplice ernia. Annoto le sue generalità, sig. Primo… primo chi sa di quanti figli e gli dico anche il giorno dell’intervento: non ha il telefono a casa!

“Professo’, non vi offendete, questi asparagi li ho raccolti ieri e queste tre uova so’ di stamattina, e mentre parla solleva timidamente il tovagliolo a quadretti del cestino.

Lo ringrazio sorridendo, e quando gli dico che ne avrei fatto una bella frittata, anche lui mi sorride e se ne va…

“Cara, cosa hai preparato stasera per cena?”

“Bistecca ed insalata Gianni, a che ora torni?”

“Un po’ prima, ma stasera mangiamo frittata di asparagi”.

“Come hai detto? A-spa-ra-gi? E dove li prendo stasera gli asparagi?”

“Non ti preoccupare, ci penso io agli… asparagi!”

L’Annuitore

admin

tramonto

raffi

La terra promessa

nicodeca80
[]