Skip to content
Narrativa

OMNIA VINCIT AMOR : l’amore non conosce scuse

Lo trovò lungo la strada della sua vita, tra sassolini e ghiaia, lo trovò in un momento in cui non aveva alcuna intenzione di trovarlo! Era lí con addosso il suo sorriso migliore e una stretta di mano sicura, la guardava con l’aria di chi sa di piacere e lei, un po cm Giulietta, ringraziava la notte, perché avrebbe celato il suo infantile rossore provocato dal loro primo contatto. Lo incontrò per caso camminando tra salite, piccole cadute e discese,lungo i sentieri del suo esser. Erano li con la strada che li faceva da sfondo e gli occhi rivolti verso il cielo: BUM il primo fuoco d’artificio dall’asfalto si irradiò nel cielo a macchia d olio, sprigionando colori caleidoscopici e dando l’impressione che da buio pesto fosse diventato giorno.
Distolse gli occhi dal cielo e lo incrociò anche lui girato verso di lei.
Illuminati dai riflessi luccicanti della polvere da sparo c’erano due occhi grandi,dallo sguardo profondo, involontariamente lui batté le ciglia e i due occhi corvini riflessero i bagliori dorati del cielo: << Bum-bum il mio cuore si fa sentire!Temo quasi che possa esser più forte degli spari>>. Disse lei. Una scossa le salì lungo la schiena così con un pizzico sul braccio tornò alla realtà : non poteva permettersi di innamorarsi ora! Troppi impegni, gli esami da finire, la laurea, il trasferimento in un’ altra città e poi…. E poi non era pronta a soffrire, lottare, non voleva donare la sua libertà, incastrare il suo modo di esser con quello di un altro! No ! Niente di più sbagliato ora ! Tornò a guardare verso l’alto, la batteria (la tecnica pirotecnica che preferiva di più) faceva da protagonista a quella porzione di cielo verso cui tutti stavano rivolgendo il proprio sguardo.
Una sottile brezza le provocò la pelle d’oca entrando attraverso la sottile trama di pizzo del suo vestitino estivo, guardava estasiata la magia cromatica su nel cielo e sorrideva ormai convinta che Ovidio si sbagliasse nel dire : <<Omnia vincit amor>>. Grazie alla “ratio” pericolo innamoramento scampato!
Povera idiota!
Entrambi superficialmente distolti dalla caduta vorticosa sull’asfalto di piccoli residui cartacei degli spari, non si accorsero che 5 lettere erano state lanciate come semi nel terreno. Lei abbassò le difese, lui ne approfittò.
Giorno dopo giorno i piccoli semini attecchirono sempre più alla terra e il primo germoglio sopportando pioggia e sole vento e rugiada, il gelo della notte e la leggera brezza primaverile, spuntò.
L’amore non curante dei programmi di ciascuno dei due aveva ormai messo radici ! Ps: non per niente gli antichi hanno sempre ragione … OMINIA VINCIT AMOR!!!!

 

Il principe pazzerello

Selene Luise

Comunicare

Maria

Niente Hitler niente shoa?

Selene Luise
[]