Skip to content
Poesia

Nostalgia

Ho nostalgia delle spighe di grano che ornano il mio capo.
Giorni sorvegliati da soldati di guardia.
Sento l’odore di stoppie bruciate,
il caldo di fine estate.
Gli alberi scossi dal vento,
l’autunno di foglie.

Ho nostalgia di inverni di neve.
Fiocchi inamidati che scendono leggeri.
Sogni di luna.
Il sole blandisce fili d’erba.

Ho nostalgia di crine di cavallo,
pensieri.
Versi senza metrica.
Morbide sottovesti coprono le vette.
La pioggia spegne il bruciore della terra.
Alberi sgualciti, fronde rosso corallo.

Ho nostalgia di notti quiete.
L’albeggiare delle luci.
La brezza del mattino, sospiro d’aria
Tocchi di vita ammantati di nastri di seta.

Eri Tu

logosale

Ad un passo dall’eternità

selfieclaire

PAESAGGI ALLONTANATI

admin
[]