Skip to content
Poesia

L’URLO di Matteo Piergigli

Lingue di fuoco e sangue tingono il fiordo nero.
Il legno del ponte mi sorregge.
Solitudine lunga una vita.
Non sono più un uomo.
Lo specchio non mente, che cosa sono diventato?
Ho paura per il mio destino.
Ho paura della vita.
Ho paura della paura.
Non posso che urlare la mia umanità.
Urlo, nessuno mi sente.

l’albero

Temp User

Folate

Carolina De Filippis

MI DICEVANO PERDITI

Temp User
[]