Skip to content
Libri in evidenza

Liù (L’Angelo della Lodge) di Gerardo Monaco

Liù (L’Angelo della Lodge) è un thriller giudiziario a carattere psicologico, ambientato tra la fine degli anni settanta e la metà degli anni ottanta, in un luogo geografico di pura fantasia, sebbene ispirato al sud ovest degli Stati Uniti d’America.

liùEleanor Hughes, meglio conosciuta come Liù, viene condannata alla pena capitale per avere barbaramente ucciso Natalie Bailey, la sua insegnante di canto, nonché amante del padre. In seguito ad una risoluzione promanata da organi giudiziari superiori, che sancisce l’obbligo della perizia psichiatrica per tutti i condannati a morte, l’esecuzione viene sospesa ed il Dottor Aidan Thorn viene incaricato di tracciare un profilo psicologico dettagliato della criminale. Durante i colloqui, lo specialista apprende i retroscena del
delitto, connessi essenzialmente ai trascorsi dell’omicida, la quale, allontanatasi di casa all’età di quindici anni, trova rifugio in una comune, dove rimane vittima di una serie di violenze, ripetutamente perpetrate dal Doge, un sedicente guaritore, fondatore della struttura. Sfuggita al suo aguzzino, Liù continua a fare i conti con le asperità della vita e con la cattiveria degli uomini, intrappolata in una sorta di effetto domino, originato apparentemente dalle pregresse infedeltà paterne. Eppure il Dottor Thorn nutre seri dubbi sul
fatto che l’omicidio della signora Bailey risponda ad un banale desiderio di vendetta. Pertanto, intraprende lo sviluppo di teorie alternative, sulla scorta delle proprie competenze scientifiche, spinto altresì da un coinvolgimento emotivo crescente, che alla lunga lo indurrà a farsi carico del dovere morale di trarre in salvo la condannata. È a quel punto che lo psichiatra sveste i panni del semplice perito ed indossa quelli dell’ “avvocato difensore”, in un gioco di ruoli che mira ad esaltare la nobiltà d’animo del personaggio maschile che fa da contraltare agli antieroi della storia.
Il romanzo passa in rassegna l’ampia casistica delle violenze perpetrate ai danni delle donne, dal tradimento allo sfruttamento della prostituzione, dalle minacce alle percosse, dall’abuso sessuale all’induzione all’aborto, rimarcando gli effetti devastanti che la ferocia umana è in grado di produrre sulla psiche del soggetto più debole. Non a caso, al culmine della sofferenza, la vittima dei soprusi diventa essa stessa artefice di un crudele femminicidio.

L’AUTORE

Gerardo Monaco nasce a Capua (CE), l’11 giugno del 1975.
Laureato in Giurisprudenza nel 2004, abilitato all’avvocatura nel 2009, esercita le professioni legali in ambito civilistico.
Musicista professionista e produttore artistico, da anni opera nel settore dell’animazione e dell’intrattenimento.
Dal 2010 collabora con diversi siti web d’informazione sportiva.
Nel 2011 intraprende la stesura del suo romanzo d’esordio, dal titolo “Il Terzo Seme del Diavolo”, grazie al
quale nel marzo del 2015 sottoscrive il primo contratto editoriale.
L’opera viene pubblicata nel marzo del 2016 e ottiene un discreto successo in termini di vendite.
“Liù – L’Angelo della Lodge” è il suo secondo lavoro letterario.

Il romanzo è in vendita, sia in formato cartaceo che in formato ebook, su tutti i principali store on line, oltreché ordinabile in tutte le librerie fisiche.

Link per l’acquisto

Buona lettura!

Cinque minuti a mezzanotte di Maria Capasso

Carla

“Casi penali” di Alessandro D’Elia

Carla

Le oche del Canada: un libro di Chiara Pellicoro De Candia

Carla
[]