Skip to content
Poesia

L’albero di ciliegio

Passo ore con il vestito largo,
distesa sopra l’erba, sotto un albero di ciliegio.
Le foglie larghe come le mani,
Stampe sul mio viso.

Intravedo i segmenti di un cielo estivo,
i suoi occhi iridescenti.
Il volto ridente,
gli occhi zuccherati sorpresi a guardare un formicaio,
pezzi di erba, il bruco che insidia le farfalle.
Fermagli sopra i fiori.
Svolazzano leggere,
piroettano nell’aria innocente.

Le spighe di grano, impolverate d’oro.
Suono di ciaramelle nelle ore pomeridiane.
File di mandorli segnano il confine.
Un balenio in lontananza, la vigna,
scale di legno su alberi di fico.
L’odore verde dell’uva,
il pero, ancora un giovane arbusto.

Trastulli di grilli nei cespugli.
Un pollaio di covoni.
Lucertole in cammino su morbide coperte di ciniglia.
Intrattengono il silenzio.
Orme di passaggio.

Le lunghe braccia della sera calano il sipario,
Strisce d’orizzonte.
Il giorno scompare dietro l’ombra della notte.

QUEL GIORNO

admin

Loop

Carolina De Filippis

Per Simona

admin
[]