Skip to content
Interviste

Intervista…………. scritto.io si presenta!!!

Oggi vi proponiamo un’intervista un po’ anomala rispetto a quelle che di solito facciamo………ci auto intervistiamo!!!!

 

Chi siamo??
Sergio Mascitti Editore di scritto.io
Elita Di Girolamo Direttrice di scritto.io
Alice Cometto Editor di scritto.io

Cosa facciamo?
Scritto.io è una realtà editoriale nata dalla voglia dell’editore, imprenditore ma anche un poeta per passione, di mettersi in gioco e dare la possibilità a tutti di realizzare il proprio sogno di essere pubblicato e apprezzato nel panorama letterario contemporaneo.  Aiutiamo gli scrittori emergenti a pubblicare, a farsi conoscere, a credere in loro stessi, perché Dobbiamo essere noi i primi a credere in noi stessi.

Alice come hai conosciuto scritto.io?
Ho visto una pubblicità sponsorizzata su facebook ed ho chiesto informazioni per pubblicare un mio libro. Mi hai chiamato e spiegato il vostro progetto…e li ho capito che si …..era esattamente ciò che serviva per lanciare il mio libro………….e come il mio, quello di tanti scrittori che vogliono farsi conoscere.

Il progetto di scritto.io ha lo scopo principale di aiutare gli scrittori in ascesa e meritevoli ad emergere. Vuoi spiegarci qual è la differenza che hai colto, rispetto ad altre proposte che hai ricevuto?
Il pacchetto di visibilità incluso nella pubblicazione cioè presentazione del libro, intervista e recensione sponsorizzati sui social, i costi molto convenienti, e il supporto costante che viene fornito all’autore.

Bene, è esattamente questo che vogliamo trasmettere agli autori che scelgono di affidarsi a noi. L’editore fin da subito è stato chiaro su tre punti principali:
Onestà: Non lucriamo ma investiamo insieme sul futuro. L’autore sostiene una spesa che copre le spese vive e che ci permette di lanciare al meglio l’opera.
Fiducia: è alla base di ogni rapporto. Fondamentale per l’autore è affidare la propria creatura nelle mani di un editor in grado di prendersene cura e di sviluppare un progetto tenendo conto delle sue idee.
Pubblicità: pubblicare ma soprattutto pubblicizzare il libro. Perché se si pubblica ma non si fa conoscere è come se morisse sul nascere.

Raccontaci perché hai scelto di iniziare la collaborazione lavorativa con noi.                                                                        Perché l’idea di scoprire nuovi talenti e aiutarli a pubblicare e ad essere conosciuti mi affascina oltre a stimolare la mia creatività.
In particolare l’idea di poter, per così dire, prendere per mano i nuovi autori e percorrere insieme a loro una strada che mi auguro vada verso il successo. E poi il fatto di far crescere e conoscere altri autori per me rappresenta un successo personale, in quanto in loro mi immedesimo e la loro crescita è la mia crescita.

I nostri nuovi collaboratori devono avere, come te, voglia di mettersi in gioco e proporre nuove idee. Spesso si polemizza nei social sull’argomento “editoria a pagamento” cosa ne pensi?
Come ogni scrittore sa, la scrittura non è un business fine a se stesso, è arte, magia e, soprattutto, appunto, voglia di mettersi in gioco, da parte tanto degli autori quanto dalle case editrici, che non dovrebbero interessarsi solo degli aspetti commerciali, ma discutere con gli autori e, in qualche modo, giocare e creare con loro. E scritto.io in questo è rivoluzionaria.                                       Poi si sa in Italia i lettori sono pochi e si lasciano facilmente influenzare dai grandi nomi di scrittori noti. Se l’editore investe senza far pagare all’autore le spese vive, come nel nostro caso, ha un breve corso ed è presto costretto a chiuder battenti.

Cosa ne pensi del nuovo progetto di aiutare anche coloro che non pubblicano direttamente con noi?
Questo progetto è una delle ragioni per cui mi sento fiera di dire che lavoro con scritto.io. Noi ci impegniamo ore ogni giorno soltanto per cercare di costruire la visibilità di autori emergenti; non importa se non diffondiamo il nostro nome dietro le copertine dei libri o se gli autori non pagano per pubblicare con noi. Crediamo in loro sempre e comunque.
Credo che sia una cosa del tutto innovativa che esprime un’idea di diffusione e coinvolgimento.                                                           Si tratta di un progetto che io, come scrittrice emergente, ho amato fin dal primo momento.

Grazie Alice!

L’unica maniera per dare al sogno una possibilità di realizzarsi è smettere di sognarlo!
Scrivici e realizzeremo insieme il tuo sogno!!
Mail scritto.ioce@gmail.com
Facebook scritto.io
Instagram scritto_io

Intervista a Tiziana Privitera

Carla

Intervista a Luna Mascitti

Carla

Intervista ad Angela Meloni

Temp User
[]