Skip to content
Narrativa

Incipit per un romanzo

Il giorno in cui sua nonna morì, la giornata era splendida; aveva già le mezze maniche e respirava i profumi della primavera andando in giro per la città sulla sua vespa rossa. Se sua nonna avesse potuto scegliere il giorno in cui morire, ne avrebbe scelto uno uguale. Anche lui lo scelse. Decise di morire mentre aspettava che scattasse il verde al semaforo di Piazza Dante. Sua madre lo aspettava per essere accompagnata all’istituto in cui sua nonna aveva vissuto almeno dodici anni e dove, dopo circa dodici anni, era morta, ma lui non andò a casa. Superò la stazione, prese la superstrada e si diresse verso località Cipresso dove suo nonno aveva posseduto un pezzetto di terra su cui, finché era stato vivo, avevano fatto bella mostra di sé tredici splenditi filari di sangiovese. Nel frattempo Lorenzo ripassava il suo curriculum vitae creato apposta per il colloquio del giorno dopo con un’azienda che produceva profilati in alluminio per infissi e facciate continue e pensava a quanti colloqui avesse fatto, a quanti libri avesse letto, a quanti attestati avesse conseguito, per trovarsi senza lavoro a trent’anni, con una laurea in statistica e la stessa cameretta di quand’era bambino.

~The other side of the moon~ Frammenti-parte11

selfieclaire

Dentro l’acqua

Selene Luise

GUASTO ALLA MACCHINA

Simone Clementi
[]