Skip to content
Poesia

IL MIO MARE

Era un arido giorno d’estate,

quando ti vidi per la prima volta.

Provai timore dinnanzi alla tua immensità,

ammirai il tuo colore, blu intenso, e mi placai,

assaggiai il tuo sapore salato come lacrime,

amai il furioso motto delle onde,

il modo con cui finivano la loro esistenza

battendo su quello scoglio,

rigandolo come il volto di un uomo in preda al pianto.

Era ormai giunto l’inverno,

quando ti vidi per la seconda volta.

Fu qui che mi innamorai perdutamente di te:

venti furiosi trasformarono il ritmo del tuo incedere verso la terraferma,

rendendolo più grave, più violento, più malinconico.

Fu in quell’alternarsi di pace e rabbia,

che riconobbi la tormentata sinfonia della mia anima.

E proprio in quel momento capii che il mare,

quel luogo da cui ero sempre stata attratta,

coincideva con il mio mare,

il mare delle mie emozioni.

Strada facendo

Sere

Terra del Giudizio

Carolina De Filippis

Sole

admin
[]