Skip to content
Poesia

CONCILIATORE DI SUONI

Sono sicuro che alle mie poesie, faccio del male

eliminando quelle parole che fanno stare bene

e poi aggiungo alcune cattive compagnie, loro

me lo dicono, ma che ci posso fare, mica

sono una poeta ? Infatti, cosa sono io ?

Un’arrangiatore nella miniera da picconare

un po’ operaio e un po’ ammalato dei rumori

quelli che le parole producono

quando le avvicini tra loro. Mica sempre, alcune volte

cambia il suono a seconda del mio umore

loro, le poesie, soffrono quando allontaniamo

quelle che, tra loro, si piacciono di più. A me invece piace

che si conoscano meglio quelle che

non si parlano abbastanza, allora si

mi vedrei come un conciliatore di suoni.

ECHI D’ACQUA NEL VENTO

Matteo Antonio Rubino

La vita per sempre

Temp User

Poesie sull’Amore da dedicare o da leggere semplicemente

Carla
[]