Skip to content
Interviste

Intervista a Luna Mascitti

Quante volte ci è capitato di ritrovarci di fronte all’ennesimo “caso umano” e pensare che sarebbe ora di iniziare a riconoscerli ed evitarli? Ebbene, oggi accorre in nostro aiuto la scrittrice Luna Mascitti, che con romanticismo, ironia e leggerezza è riuscita a classificare i “casi umani” in circolazione e ce li ha svelati in questa intervista e nel suo “Decalogo dei casi umani: Istruzioni per il disuso”.

Luna Mascitti

Ciao Luna, raccontaci un po’ di te: dove vivi? Cosa riempie le tue giornate? Cosa sogni?

Vivo a Latina, mi occupo di comunicazione, sono una persona sportiva e amo giocare con mio figlio. Sogno di fare la scrittrice a tempo pieno.

Hai una pagina dal titolo simpaticissimo: “Io mi chiamerei”, com’è nata l’idea di intitolarla così?

Il nome “io mi chiamerei” nasce anni addietro, quando combattevo con il cromosoma xy di turno che si permetteva il lusso di non chiamarmi, allora io – e tutta la modestia che mi contraddistingue – ho espresso il semplice concetto che, al suo posto mi sarei telefonata. Quel giorno, tra le risa delle mie amiche e di mia sorella, è nato quello che è il mio tormentone da anni! Con lo zoccolo duro della mia vita ci abbiamo riso e scherzato, il 1 luglio 2018 alle h21 ho deciso di usare questo mio cult per dare il nome a questa pagina. In “io mi chiamerei” troverai frasi, testi, recensioni e pensieri autenticamente ed esclusivamente scritti da me. 

“Esercizi di defaticamento per cuori stanchi”: descrivi così la tua pagina. Come si combatte per te la stanchezza del cuore?

Eeeeh con tanti sorrisi da fare con le persone che ami e che ti amano, in primis te stesso.

Da poco hai esordito anche come scrittrice con un libro che farà felici molte donne: ci spieghi com’è nato il tuo “Decalogo dei casi umani: Istruzioni per il disuso”?

Non è proprio un libro, sono poche pagine in cui descrivo qualche caso umano e soprattutto alla fine vi è un test per scoprire se il tipo con il quale esci è un caso umano! Ironico, scorrevole e da leggere nei momenti di pausa.

Perché devono leggerlo tutti e, in particolare, le donne?

Perchè racconta uno spaccato di vita reale di situazioni in cui le donne si trovano ogni giorno. Gli uomini devono leggerlo per smetterla di fare questi errori. 

Quando è nato l’amore per i libri e per la scrittura in particolare?

Forse 5 anni fa quando mi sono trasferita per motivi di lavoro in provincia di Vercelli e la prima cosa che ho fatto quando ho preso casa è stato togliere la televisione. Non l’ho più rimessa.

Hai altri progetti letterari in cantiere?

Ho un libro pronto ma ho rifiutato due contratti di due case editrici… vedremo.

Scegli una citazione che rappresenti te.

“Non sono una donna addomesticabile”.
(Alda Merini)

Scegli una citazione che rappresenti il tuo rapporto con la scrittura.

“Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso”

(Daniel Pennac)

Grazie, Luna!

Dove acquistare “Decalogo dei casi umani: Istruzioni per il disuso”

Buona lettura a tutti!

INTERVISTA AD ILARIA ROMITI

Temp User

INTERVISTA A IVAN ROCCA

Temp User

INTERTERVISTA A CINZIA PERRONE

Temp User