Scrittoio
Image default
Recensioni

NULLA DIMENTICHERO’ DI TE di Maurizio Salici

Nulla dimenticherò di te.
Perché te ne sei andata via
lasciando i nostri cuori pieni di malinconia,
avrei voluto conoscerti di più
ma hai deciso di andare lassù.
Lo hai fatto in punta di piedi
e il vuoto che ha lasciato tu lo vedi,
è proprio qui la differenza
non immagini quanto è grande la sofferenza.
In quel letto di ospedale
è iniziato e finito il tuo male
come sempre non hai fatto clamore
riempendo tutti noi di un immenso dolore.
Sono partito dalla mia città per venire qui
ed ora tu mi lasci così
senza il minimo cenno di un saluto
e penso a ciò che da te avrei ancora voluto.
Mi hai accettato e amato come un figlio
ecco perché provo tanto dolore e scompiglio,
eri, sei e per sempre sarai
quello che dalla vita non pensavo di avere mai.
Ora tu sei distesa ed io ti sto accanto
mentre nella tua mano cade il mio pianto ,
un pianto che solo io so quanto è sincero
perché ti ho amata!e e ti amerò in modo vero.
Ora mi lasci la tua famiglia,
lo stare accanto a tuo marito tuo figlio e tua figlia,
cercherò di alleviare il loro dolore
e lo farò pensando a te e al tuo grande amore.
Non mi fermerà il sole,né la pioggia né il vento
a volte sarò nel panico e altre contento,
ogni cosa farò con dolcezza
ripensando al tuo sorriso che era una carezza.
Nulla dimenticherò di te
in poco tempo sei diventata tutto per me
e mi chiedo come posso fare
ora che non ti posso più abbracciare.
SMS. Maurizio Salici

Un linguaggio elegante e pieno di rime che fa pensare ad una poesia d’altri tempi, un testo che ben riesce ad esprimere ciò che il poeta prova, mosso nei suoi pensieri e nelle sue riflessioni, dallo sconforto.

Una composizioni malinconica che giunge dritta al cuore del lettore che non può che restarne affascinato, trafitto da un sentimento di affetto e stima che traspare così profondamente. Niente come la morte e l’amore hanno la forza di smuovere i nostri sentimenti nel profondo, di spingerci a fermarci un attimo per riflettere e per contemplare la vita. L’affetto è la più preziosa ricompensa che ogni uomo possa conquistarsi, un sentimento presente e forte in questa poesia: “lasciando i nostri cuori pieni di malinconia”, “riempendo tutti noi di un immenso dolore”, “Mi hai accettato e amato come un figlio ecco perché provo tanto dolore e scompiglio”. Ci sono dolori che non si possono né evitare né cancellare. Esistono. Si Possono solo affrontare.
Elita Di Girolamo

Related posts

Tornati dall’inferno

Selene Luise

Recensione Poesia: STRADE VUOTE di Mario Pelligra

Temp User

TEMPO di Silvia Brindisi

Temp User

Lascia un Commento