Scrittoio
Image default
Letteratura Narrativa Recensioni

Dentro l’acqua

Recensione UN LIBRO TI SALVERA’ di E. Swyler  Garzanti

Dentro l’acqua

 

Dalla sua casa sulla scogliera, il bibliotecario Simon guarda ogni giorno il  mare, quell’enorme distesa d’acqua che èil suo elemento naturale.

La sua famiglia, infatti, si tramanda, di generazione in generazione, la capacità di saper resistere in apnea per parecchi minuti, ma anche una terribile maledizione, la cui origine, e forse la cui chiave, potrebbe nascondersi in un misterioso, antico libro regalatogli da uno strano libraio.

Chi mi conosce sa quanto mi piacciano le storie che parlano di libri e quanto creda al loro potere salvifico, perciò, in libreria, non appena mi imbattei in questo titolo, non ci pensai due volte a prenderlo.

Mi aspettavo una storia del tipo di LA PICCOLA BIBLIOTECA CON LE ALI, TI HO INCONTRATA IN UN SOGNO, oppure  UNA PICCOLA LIBRERIA A PARIGI, e ho trovato molto più di questo.

Ho trovato una storia che viaggia tra il passato ed il presente, nella mente dei personaggi, intrisa fino al midollo di mistero e, a tratti, con un pizzico di horror. Un mix irresistibile per attrarre qualsiasi bibliofilo.

Dal momento che inizi a leggere, ti ritrovi catapultato in un mondo che odora di salsedine, dove è l’elemento più potente a farla da padrone: l’acqua. L’acqua che dà la vita e, cosi come la dà, può riprendersela. E l’uomo è del tutto impotente contro la corrente, dell’acqua e del tempo, che lo trascina nel turbinio degli eventi. Le sue scelte sembra non facciano altro che peggiorare la situazione.

Tuttavia, un uscita forse esiste e, per trovarla, devi rivolgerti al passato nel quale è scritta la tua storia, come in un libro del destino. E sono appunto i libri i depositari del passato, nonché quelli che possono raccontare i possibili sviluppi futuri.

Una storia intrigante e affascinante, un’ ottima lettura estiva da leggere in spiaggia. Se ne hai il coraggio.

Related posts

Consigli per le letture: 3 libri da leggere questa Estate

Carla

8 secondi.

elisa salvatori

Orgoglio e pregiudizio

Stefania Saralli

Lascia un Commento