Scrittoio
Cult Letteratura Letteratura italiana Scrittori famosi

Scrittori nati il 19 Febbraio

Nati oggi

scrittori nati il 19 febbraio

Inauguriamo questo nuovo spazio con gli scrittori nati il 19 Febbraio. Scopriamo subito chi è nato oggi.

Amor vince ogni cosa, e i cuori amanti | Spoglia d’ogni più indocile austerezza, | Sian Cannibali, o Traci, o Garamanti. | Egli per tutto si ravvolge, e sprezza | Ogni riparo, e variando toglie | Alle cose create la rozzezza.

(Da Ad un amico che prendeva moglie)

vincenzo monti biografia

Tra gli scrittori nati il 19 Febbraio vi è Vincenzo Monti, nato ad Alfonsine (oggi in provincia di Ravenna) il 19 Febbraio, appunto, del 1754 e morto nel 1828. Egli è stato un poeta, scrittore, drammaturgo e traduttore italiano.

Ugo Foscolo così parlò del Monti:

« Questi è il Monti, poeta e cavaliero,
gran traduttor de’ traduttor d’Omero »

Monti viene ritenuto l’esponente per eccellenza del Neoclassicismo italiano, ma in realtà ha scritto con stili mutevoli, a tratti addirittura avvicinandosi al Romanticismo. Viene ricordato per la traduzione dell’Iliade e fu a servizio sia della corte papale che di quella napoleonica.

Narrano i biografi che all’età di cinque anni cadde nel fosso del mulino della proprietà, salvandosi miracolosamente. A otto anni fu condotto nella vicina Fusignano, dove ebbe come maestro don Pietro Santoni (1736-1823), che era anche un rinomato poeta dialettale. Nel 1766 entrò nel seminario di Faenza, studiando latino con il famoso Francesco Contoli. Vi rimase dai dodici ai diciassette anni (a tredici prese la tonsura), e nel 1771 manifestò l’intenzione di entrare nell’Ordine Francescano. Privo di una vera vocazione, accantonò presto l’idea, e si trasferì con il fratello Francesc’Antonio a Ferrara, dove studiò diritto e medicina all’Università. Dovette lottare per abbandonare definitivamente il borgo natìo, dove la famiglia, totalmente insensibile alla letteratura, voleva trattenerlo.

Dimostrò comunque un talento sorprendente e precoce per le lettere, e già nel luglio 1775 venne ammesso all’Accademia dell’Arcadia con il soprannome di Antonide Saturniano, ingraziandosi, bello d’aspetto, le prime protettrici.

Dopo il periodo romano, sembra che il suo stile si apra alla sensibilità romantica con i Pensieri d’Amore, ma è ancora troppo presto, la sua poesia rimarrà nel solco della tradizione arcadica e in sintonia con la lezione degli illuministi.

Le sue opere principali:

1776 – La visione di Ezechiello
1779 – Prosopopea di Pericle (ode), Saggio di poesie
1781 – La bellezza dell’universo (poemetto)
1782 – Cantate per la nascita del Delfino, Il Pellegrino Apostolico, Sciolti a Sigismondo Chigi, Pensieri d’amore
1783 – Versi
1784 – Al signor di Montgolfier (ode), Feroniade (poema incompiuto)
1786 – Aristodemo (tragedia)
1787 – Galeotto Manfredi (tragedia)
1788 – Sulla morte di Giuda (sonetti), Alla marchesa Malaspina della Bastia (ode)
1793 – Bassvilliana (poema incompiuto), Invito di un solitario a un cittadino
1797 – La Musogonia (poema incompiuto, iniziato nel 1793), Prometeo (poema incompiuto), Il fanatismo, La superstizione, Il pericolo (poemetti), Per il congresso di Udine (canzone)
1799 – Nell’anniversario del supplizio di Luigi XVI (inno)
1800 – Per la liberazione dell’Italia (canzonetta), Dopo la battaglia di Marengo, traduzione dell’opera di Voltaire La Pucelle d’Orléans → La pulcella d’Orleans
1802 – Mascheroniana (poema incompiuto), Caio Gracco (tragedia)
1803 – traduzione: Satire (Persio)
1805 – Il beneficio
1806 – Il bardo della Selva Nera (poema incompiuto)
1808 – I Pittagorici (dramma)
1809 – La spada di Federico II, La Palingenesi politica
1810 – Ierogamia in Creta, traduzione: Iliade (Omero)
1811 – Le api panacridi in Alvisopoli
1815 – Il mistico omaggio
1816 – Il ritorno di Astrea
1822 – Per un dipinto dell’Agricola, rappresentante la figlia dell’Autore (sonetto), Per le quattro tavole dell’Agricola (canzone)
1825 – Sermone sulla mitologia (poemetto), Le nozze di Cadmo e d’Ermione (poemetto)
1826 – Pel giorno onomastico della mia donna Teresa Pikler
1817-1826 – Proposta di alcune correzioni ed aggiunte al Vocabolario della Crusca.

Vincenzo Monti morì a Milano il 13 ottobre del 1828.

Qui Dacia Maraini compie 80 anni

Related posts

Se si potesse rinascere

Selene Luise

Furore di Steinbeck

Carla

Il romanzo-luce

Selene Luise

1 commento

Scrittori nati il 2 Marzo 2 Marzo 2017 at 12:39

[…] Scopri chi è nato il 19 Febbraio […]

Reply

Lascia un Commento