Scrittoio
Image default
Poesia

Per Simona

Sono passati cento anni

con i nervi  tra i piedi, resti confusa

nei miei muscoli e di tanti altri.

Saprai aspettare il richiamo

diventata foresta di suoni.

Sarà del tutto inutile. Il giorno resta

tra i profumi delle voci

toccano la pelle e la fanno colorata,

chiedimi che fine faranno

i bui, le porte aperte, il centro ad ogni costo;

saprai includere per te

un punto che si collega

al bisogno totalmente indifferente.

Risparmiati le soluzioni

il buio ora

profuma come un matto.

– See more at: http://www.poesiemascitti.it/per-simona/#sthash.tuuJyud0.dpuf

Related posts

strade.

poeta nelle stelle

Ho cancellato

Carolina De Filippis

Il labirinto che c’è

selfieclaire

Lascia un Commento