Scrittoio
Poesia

Homo sum, humani nihil a me alienum puto

Con questi versi semplici

mi appello alla volontà dei baristi

 di limitare l’ingresso il lunedì mattina

a quelli che

“i neri non li voglio in Italia perché puzzano”

“Gli immigrati ci rubano il lavoro”
“Pensano ai poveri delle altre nazioni ma a noi chi ci pensa?”

“Sono tutti delinquenti e stupratori”

Pensate solo al vantaggio

di servire un caffè

ad un bancone affollato

di gente che ama la gente,

col professore che ama Pennac

e parla di Belleville ai suoi studenti,

con la ragazza tatuata

che va all’università

mano nella mano con la sua compagna,

e la mamma magrebina

che spiega la ricetta del cous cous

alla signora di Milano,

con il portiere baffuto

che sfotte l’ingegnere del piano di sopra

perché la sua squadra ha perso la partita ancora una volta,

col signore rumeno

che offre il caffè all’inquilino del palazzo accanto

che proprio ieri gli ha trovato un lavoro.

Pensate pure alla bellezza di lavorare

in un posto dove si respira umanità,

dove un saluto e un sorriso

superano ogni barriera linguistica,

si, anche quella di chi a stento conosce l’inglese,

dove vivere non è lottare per la sopravvivenza,

ma cercare di accendere un falò di gioia,

anche partendo da una sola fiammella.

Immaginate solo questa danza culturale

sotto i vostri occhi,

il piccolo incantesimo del lunedì mattina

all’aroma di caffè:

sarebbe curiosa persino la fretta d’inizio settimana

ed anche la persona un po’ scortese

che non dice mai “Buongiorno” e “Arrivederci”,

che non sorride mai,

che non lascia mai la mancia,

potrebbe sembrare solo una piccola parte

di questa umanità misteriosa

che ha sempre le sue motivazioni,

la sua fretta, le sue urgenze, la sua storia,

il suo bisogno di una mano,

che va bene di qualsiasi colore o grandezza,

purché si tratti di una mano tesa.

Related posts

ECHI D’ACQUA NEL VENTO

Matteo Antonio Rubino

RIMINI – 28 maggio h. 19.30 – Presentazione del libro Metamorfosi di Agnese Monaco presso Gruppo Rinnovacasa via N. Giangi 41.

agnesemonaco

Una puttana non è solo un pezzo di carne

Christian Tiso

Lascia un Commento