Scrittoio
Poesia

A Lorenzo

Forse sarà mezzo sorriso

O uno sguardo assorto

L’espressione che avrai

Quando ti diranno

Che nel cielo di agosto

Si accendono stelle e speranze

In una notte che porta il tuo nome.

E quando ti racconteranno

Che mentre venivi al mondo

Qui fuori pioveva da giorni

Forse comprenderai che l’ironia

Spesso colora la vita,

Che è tutta questione di significati

E di prospettiva

Di cose mediamente grandi

E dettagli

Piccolissimi ed immensi

Allo stesso tempo.

Capiterà che indicando una vecchia foto

Ti parleranno dell’emozione indescrivibile

Che hanno provato

Quando sei venuto al mondo,

Del senso di stupore e meraviglia

Di quando hanno preso tra le mani

Quel corpicino ancora minuscolo.

Allora sarà l’imbarazzo

O uno sguardo distratto

Il piccolo muro che alzerai

Per sentirti più adulto

E più indipendente.

Ma quando sarai in cammino

Lungo le strade del mondo

Quando nel bel mezzo del percorso

Proverai stupore e gioia,

Meraviglia e paura,

Rabbia e forza,

Saranno mamma e papà

I primi a cui vorrai raccontare

La tua fame immensa di vita

E la confusione meravigliosa

Di stare al mondo.

Ma adesso, Lorenzo,

Dormi.

Perché il tuo cammino sarà lungo

E a tratti faticoso.

Dormi tranquillo

Ché Sarai guidato nei tuoi primi passi

E sarai protetto.

Adesso chiudi gli occhi

Fatti cullare da questa ninna

E riposa dolce dolce

Ancora per un po’.

Related posts

LE FACCE COME IO SENTO

admin

Di notte

rossross

CUBA SI

admin

Lascia un Commento